luglio 03, 2007

Il Basilico: un pesto sempre pronto


E' facilissimo coltivare il basilico.

La semina: Piantatelo anche direttamente nel vaso definitivo a primavera da marzo in poi.

Primi germogli: Quando saranno nate le prime piantine diradatele lasciando le più forti e facendo attenzione a non creare "sovraffollamento".

Crescita: Quando hanno superato le terza foglia e sono arrivati ad una altezza di 20 cm potete inziare ad usarlo in cucina.
Potatelo spezzandolo con le mani e evitate che fiorisca troppo perchè perde di aroma.
Ha bisogno di luce, non necessariamente del sole diretto, e di tanta acqua.

Parassiti e funghi: Il basilico non teme parassiti e crittogame e vi permette di preparare un pesto alla genovese fatto in casa in pochi minuti pestando o più semplicemente frullando le foglie con pinoli, sale, olio di oliva, parmigiano (meglio sarebbe il pecorino romano), aglio.

Buon appetito!

3 commenti:

Rodrigo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Veramente per il pesto DOC ci vorrebbe pecorino SARDO non romano

Anonimo ha detto...

15 giugno. sono almeno due settimane che il basilico soffre di "mangiucchiamenti" non ben identificati...sai aiutarmi? inoltre non è che sia molto prosperoso, cosa posso fare?