marzo 17, 2009

Marzo, Luna calante

Eccoci qui!
dopo un altro letargo invernale l'equinozio è dietro l'angolo e siamo già in luna calante.
Si comincia ... semenzai, pulizie sul balcone, terriccio nuovo e tanti semi scelti con cura.

Quest'anno ho fatto la scelta del biologico assoluto e anche i semi sono biologici, ovvero non conciati (almeno spero).
Ho scelto varietà locali Toscane che dovrebbero in teoria essere pià adatte a crescere e resistere alle malattie visto che non le tratterò chimicamente e che l'anno scorso l'esperienza dei pomodori di Pantelleria è andata maluccio (peronospora e marciume).
Verrebbe da rispolverare un detto che cita "mogli e buoi dei paesi tuoi".

Luna calante o crescente?
Ho ricevuto diverse richieste di chiarimento in questi giorni se sia giusto seminare, luna calante o luna crescente.
Premetto che non sono un astrologo e che anche la mia esperienza da agricoltore è limitata e per questo posso solo raccomandare quello che so per le letture che ho fatto e per l'esperienza personale senza che questo offenda nessuno.

Altra premessa: non penso che piante resistenti come i pomodori e le insalate abbiano bisogno di tanta attenzione ma visto che ci siamo facciamo le cose nel miglior modo possibile.

Io semino, rinvaso e trapianto in luna calante perchè la pianta cresce più lentamente e più forte. La luna crescente stimola la fioritura e la fruttificazione ma nelle fasi di crescita stimola la pianta a mettere foglie e alzarsi velocemente. Del resto anche i capelli è meglio tagliarli in luna calante.

5 commenti:

l'ortolano improvvisato ha detto...

IO ho già completato le semine di quest'anno. Ho fretta, prima di Pasqua voglio cominciare con i primi trapianti.

funtanin ha detto...

Sicuramente corretto, ma....
Io ormai mi affido di più alla mia luna personale che innesca periodicamente la voglia di orto.
Quello che non riesco a sopportare sono tutti quelli che vengono a dire: "Siamo a Marzo, ma la luna è ancora quella di Febbraio". Dalle mie parti capita spesso di sentirli e mi sembrano banali interpretazioni di qualche giornata più fredda.

TroppoBarba ha detto...

Ciao.

Ho cominciato anche io con i lavori "grossi" dell'orto. Buon lavoro.

Per quanto riguarda la luna, sono un fervente sostenitore dell'inutilita` ti tale pratica. Come hai giustamente detto tu "senza che nessuno di offenda".

Leggi qui se ti va:

http://ortofrutta-dal-campo.blogspot.com/2008/09/dillo-alla-luna.html

tam ha detto...

ciao! belle le foto ortofrutticole e splendidi i tuoi filmati di manta, tartaruga e squalo balena!
io sono al mio primo orto e, per il momento, vivo l'estasi degli incontri con i lombrichi.
ora continuo a leggere sui semenzai, anche se un po' in ritardo :)
buon lavoro!

ciao,
tam

Anonimo ha detto...

per dire la mia, premesso che sono un dilettante, seguo la regola che vige dalle nostre parti, per piante i cui frutti sono sotto terra: semina con luna calante (patate, carote, finocchi)
ed il contrario per le altre. crescente per pomodori peperoni etc. solo la valeriana (invernale) con la luna calante per non farla fiorire. io vivo sul carso (trieste) e la zona non è tanto calda come nel resto del paese.