maggio 30, 2008

La fioritura, la salvia

Salvia in fiore
Il tempo non aiuta, questo maggio è stato un disastro tra freddo e pioggia e le piantine hanno faticato un bel pò a crescere.

Ma eccoci comunque al grande momento, la fioritura, così breve, così emozionante, preludio ai frutti dell'estate e tanto più mi riempie di orgoglio perchè quelle piantine sono tutte nate da seme.

In questa foto si riassume la più grande soddisfazione di quest'anno, la salvia in fiore.

E' l'unica pianta che sul mio balcone non vuole crescere e non credete a tutti quei libri in cui vi dicono che la salvia è una pianta rustica e poco bisognosa, facile da crescere.

In verità la salvia è delicatissima e muore per un niente come lo spostamento di posizione, un rinvaso, una potatura, una annaffiatura di troppo.

Ancora non so quale sia il segreto, di certo piantarla da seme è molto meglio che comprarla nei negozi.

Ecco un pò di update dal balcone ....

Pomodori fiorentini in vaso in fioritura

Olivo in vaso in fioritura

Timo in fioritura

7 commenti:

Consy ha detto...

E' vero la salvia va ignorata il più possibile! La mia sul balcone è morta per accanimento terapeutico :)
Adesso che è a terra, nell'angolo delle aromatiche perenni, quasi soffocata dai convolvoli, sta meravigliosamente!

Ivo ha detto...

Anche la mia è drammaticamente deceduta. Col tempo poi capirò anche il motivo di questo abbandono.
Ma stamattina sono prontamente andato a prenderne una nuova e l'ho anche trapiantata. Questa giuro che l'innaffierò POCHISSIMO...

Ah, anche il cetriolo, dopo aver fatto 2 cetrioli (che devo ancora raccogliere) e aver preso la grandine, temo mi abbandonerà, ma io ci spero ancora...

Ciaoooooo

l'ortolano ha detto...

Io invece ho già visto spuntare i primi pomodorini a grappolo sulle piante del mio improvvisato orto sul balcone!

Anonimo ha detto...

Come fate a dire che la salvia è delicata!?
Io per esigenze di spazio l'ho sradicata (era piena estate)e l'ho trapiantata a pochi metri. Giustamente ha patito, considerando non solo che ogni trapianto è traumatico ma che era luglio. Certo ho avuto cura di non fargli mancare mai l'acqua, ma adesso e rigogliosa.

Anonimo ha detto...

io ho comprato una piantina di salvia l'anno passato, l'ho trapiantta in un vaso capiente, ha resistito tutto l'inverno a temperature bassissime (Milano) e alla mia negligenza (pensavo morisse e l'ho lasciata al suo destino...invece)ora è fiorita.
se mi dite che è una pianta delicata allora voglio capire quelle forti cosa fanno oltre a battermi a braccio di ferro.

Siciliano ha detto...

Mah, veramente io stacco i rami di salvia e li conficco nel terreno e dopo due-tre anni si fanno delle piante dal diametro di 2 metri..
Attecchiscono tutti i rami al 100% e non hanno nemmeno bisogno di acqua perchè lo faccio in autunno, poi si beccano i 40° (o anche 45° certe volte) gradi dell'estate siciliana senza ricevere una goccia d'acqua e non patiscono nemmeno....
credo che pochissime piante escludendo quelle grasse sono così tanto rustiche come la salvia, ha una velocità di crescita spaventosa, specialmente in autunno inverno

francesco buttari ha detto...

La Primavera scorsa ne ho messo a dimora una piccolissima, in una fioriera sul balcone esposto a Mezzogiorno, durante l'estate non si sviluppò più di tanto e non emise fiori. All'inizio di questa primavera è esplosa, cresce velocemente, sono tornate le Api, cominciavo a disperare, tutti i giorni dall'alba al tramonto vengono a prelevare il nettare dalla sua ricchissima fioritura. Non saprei dirti di che Salvia si tratti. Conosco le vespe, forse non ho mai visto un'ape in vita mia, questo sono poco colorate, piuttosto robuste, pelose, ed hanno un pungiglione vistosissimo anche in movimento.